Si allungano i tempi per l’archiviazione.

archiviazioneCon l’entrata in vigore del decreto ministeriale del 17 giugno 2014 (GU n.146 del 26/06/2014) è decaduto il vincolo dei 15 giorni di tempo a disposizione  per procedere con la conservazione sostitutva delle fatture digitali. Tale processo viene quindi equiparato a quello dei registri fiscali per i quali la legge indica che va completato annualmente entro 3 mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale.

È richiesta comunque l’indicazione nella dichiarazione dei redditi di aver optato per la conservazione sostitutiva dei documenti fiscali.

Per le fatture soggette ad imposta di bollo, il versamento in unica soluzione va effettuato tramite delega  F24 entro il 30 aprile di ogni anno.   Nelle fatture elettroniche assoggettate va indicato che tale adempimento verrà assolto secondo le nuove regole.

Riassumendo:

  • Conservazione sostitutiva delle fatture: entro 3 mesi della presentazione della dichiarazione annuale redditi.
  • Imposta di bollo per le fatture assoggetate: versamento in F24 entro il 30 aprile dell’anno successivo della dta fattura.
  • Indicazione in fatture dell’assolvimento virtuale dell’imposta di bollo (per quelle assoggettate).

Scarica il testo del DMEF-17-Giugno-2014